Lampedusa

in Sicilia ci sono diversi centri di recupero e di cura di questi animali , il più antico di tutti è quello di Lampedusa fondato a metà degli anni novanta da un gruppo di studenti del prof. Argano della Sapienza di Roma, primo fra tutti ad iniziare a studiare le tartarughe marine del mediterraneo alla fine degli anni ottanta. Alla guida di questo centro dapprima sotto l'egida di una grande associazione ambientalista e dallo scorso anno da una associazione locale è la dott.ssa Daniela Freggi considerata tra i massimi esperti a livello mondiale tanto da essere relatrice in tutti i convegni sulle tartarughe che si svolgono in ogni parte del mondo.

http://www.lampedusaturtlegroup.org/

AMP Isole Egadi

L’Area Marina Protetta (AMP) Isole Egadi, con un’estensione di 53.992 ettari, è la riserva marina più grande del Mediterraneo. Situata nel Canale di Sicilia, di fronte alla costa nord-occidentale dell’isola madre, circonda l’arcipelago egadino, comprendente le isole di Favignana, Levanzo e Marettimo e gli isolotti di Formica e Maraone. Istituita nel 1991, dal 2001 è gestita dal Comune di Favignana, per conto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

http://www.ampisoleegadi.it/

altri centri

l'Istituto zooprofilattico di Palermo ed il centro provinciale di recupero fauna e tartaughe marine di Cattolica Eraclea

Importante

In caso di avvistamento va allertato immediatamente il comando della guardia costiera più prossimo al ritrovamento ed in caso di pesca accidentale l'animale non va ributtato in mare ma portato in porto e consegnato alle autorità marittime.